RADIONICA DEL FUTURO  
     

 

email

HOME

 

 

TAVOLE RADIONICHE 4d


 



 

NUOVE TAVOLE RADIONICHE 4d

AZIONE A DISTANZA Il nostro mondo fisico si dice essere tridimensionale con riferimento ai tre orientamenti di libertà di movimento che esistono in un sistema di riferimento cubico, coordinato ad angoli retti, propostoci da Descartes. In termini semplici, noi descriviamo questi orientamenti con termini come su e giù, a sinistra e a destra, davanti e dietro.

Anche consentendo che si usi il termine "tridimensionale" per descrivere lo spazio fisico, non sono d'accordo sulla correttezza del termine. Infatti ho proposto (2) che si potrebbe descrivere lo spazio fisico in termini di quattro dimensioni adottando un sistema di riferimento tetraedroidale, semplicemente alterando il coordinamento dai 90ƒ dell'angolo retto ai 60ƒ del tetraedro. Il vantaggio di un siffatto sistema di riferimento è un orientamento più immediato nello spazio dovendo considerare solo quattro direttrici invece di sei (vedi sopra) del sistema cartesiano.

Il termine "tridimensionale" perciò, anche se è in uso pressoché ovunque, non è basato su delle vere proprietà fisiche dello spazio. E' solamente un modo convenzionale di vedere e descrivere lo spazio, basato sulla geometria di Euclide, il quale insegnava una progressione dal punto (immaginato di essere senza dimensione), alla linea (monodimensionale), al piano (bidimensionale) ed infine allo spazio (tridimensionale). Questo sistema di geometria però non ha significato fisico ed è solamente un modo astratto di sviluppare una nostra concezione dello spazio.

Ci fornisce però un'utile analogia, il concetto euclideo del piano bidimensionale e della sua relazione allo spazio tridimensionale. Abitando lo spazio fisico ("tridimensionale"), potremmo dire di avere un vantaggio vistoso nei confronti di un ipotetico abitante di un universo bidimensionale, collocato all'interno del nostro universo. Saremmo infatti capaci di osservare e di accedere ad ogni punto di quell'universo, senza dover "attraversare il suo spazio" come l'abitante bidimensionale. Questo, per il nostro amico bidimensionale, sarebbe un piccolo miracolo. Ci ascriverebbe la capacità di effettuare un'azione istantanea a distanza. In questo stesso senso dovremmo immaginare un'entità di dimensione superiore, che contiene al suo interno il nostro universo "tridimensionale" e che ha il vantaggio di poter accedere ed agire in qualsiasi punto del nostro spazio, senza dover attraversare lo spazio nel modo che noi siamo costretti a farlo per arrivare alla nostra destinazione. Penso che questa entità si potrebbe chiamare iper-spazio.

 

 

 
   

ESEMPIO DI DUE TAVOLE:

 

 

TAVOLA ATTRAZIONE 4d

(stampa in lucido su lamina alluminio a due strati orgonici ) con plastificazione.  Possibilità di applicare il vs nome su ologramma interno dimensioni 12x12cm

 


TAVOLA AUMENTO ABILITA' SPORTIVA E ATLETICA 4d

(stampa in lucido su lamina alluminio a due strati orgonici ) con plastificazione.  Possibilità di applicare il vs nome su ologramma interno dimensioni 12x12cm

 


KIT COMPLETO :

PM3 WISHING Machine RADIONIC PC

(predisposta collegamento Pc /mp3/fonti esterne) +  11 TAVOLE 4D OLOGRAFICHE ATTIVE

ELENCO TAVOLE INCLUSE:

MEDITAZIONE CHIARA LUCE

PROTEZIONE RADIAZIONI NEGATIVE

FUMO STOP

AMORE UNIVERSALE

PROTEZIONE VIBRAZIONI PATOLOGICHE

RAFFORZAMENTO DELLA VOLONTA'

ATTRAZIONE

AUTOSTIMA RAFFORZAMENTO DELL'IO

RIEQUILIBRIO CHAKRA

AUMENTO ABILITA' SPORTIVE E ATLETICHE

LEGAME D'AMORE

ACQIUSTA ORA A:

euro 340,00

DISPONIBILE

 

euro 340,00

 

 

 

 

L'ENERGIA L'energia non fa parte dello spazio tridimensionale ma risiede, per modo di dire, nell'iper-spazio essendo così, come abbiamo visto sopra, un passo al di fuori della dimensionalità dello spazio. Questa energia perciò non è costretta ad "attraversare lo spazio" ed è così in grado di manifestare i suoi effetti in luoghi diversi tra loro al medesimo istante. In conseguenza, le interazioni tra le forme energetiche non sono sottoposte al limite della velocità della luce.

In questo modo vediamo che non solo è possibile un'azione istantanea a distanza ma anche la sparizione di una particella in una parte dello spazio e la sua contemporanea apparizione in un punto distante, come recentemente dimostrato. Da qui è un passo semplice allargare il concetto per la spiegazione di fenomeni quali la radionica, la telepatia, la telecinesi, il teletrasporto, e l'anti-gravità, fenomeni fino ad ora relegati ai margini della scienza. Questi fenomeni verranno, in un futuro non troppo distante, considerati cose comuni e saranno naturalmente oggetto di ricerche scientifiche.

 
 

QUARTA DIMENSIONE  Il termine quarta dimensione è generalmente riferito ad una estensione degli oggetti ulteriore rispetto alla lunghezza, alla larghezza e alla profondità, che implica la necessità di una ulteriore coordinata oltre a quelle spaziali per individuare univocamente la posizione dei punti.

La quarta dimensione ammette come ogni altra dimensione una descrizione astratta nell'ambito della topologia, dove spazi con dimensioni superiori a tre discendono naturalmente dalla generalizzazione dei concetti geometrici elementari come retta, superficie e volume. In fisica, e in particolare nella teoria della relatività, la quarta dimensione è riferita al tempo, componente che costituisce lo spazio-tempo quadrimensionale unificato in cui occorrono ed esistono tutti gli eventi del nostro universo.

 

 
 

 

 

Una tecnologia che coinvolge l'interazione umana cosciente con i campi sottili di energia. Può essere usata per proiettare l'energia e l'intenzione specifica a se stesso o ad altri. Disporre un desiderio sotto forma di testo, Immagine e/o tavola radionica specifica fra le piastre e chiudere il coperchio della macchina fino a che il desiderio/obiettivo non avvenga, solitamente entro una settimana o due.

 
 
     

 

 

 

 
 

   

Radionica: la legge in Italia e all’estero
Attualmente, la radionica non è riconosciuta a livello "ufficiale". Le tecniche su cui si fonda si basano a loro volta su principi scientificamente non riconosciuti. Gli operatori radionici non possono trattare soggetti senza il loro consenso, e neppure fare diagnosi o prescrivere rimedi seppur “dolci”. La radionica non può in alcun modo sostituirsi al medico o interferire con le eventuali cure prescritte. È importante sottolineare che la radionica, quando tratta patologie o organi, intende la loro controparte eterica e mai la patologia o l’organo vero e proprio.

 
 

email

 
 

© Copyright 2016-  Tutti i diritti sono riservati.

Associazione D.o.G.M.a.